8.5.08

Piattaforma

Buonsempre!

Ho aggiunto due nuovi link alla pagina, nell'intento di renderla una piattaforma sempre più articolata aperta a tutti i migliori siti di informazione e a quelle che sono le vere avanguardie mediatiche dei nostri giorni.

Whydemocracy? è un progetto indipendente di cui sono venuto a conoscenza ieri leggendo il giornale:
"Dieci registi indipendenti di India, Pakistan, Russia, USA, Libera, Giappone, Danimarca, Bolivia, Egitto, Cina, raccontano storie di democrazia dei loro Paesi in dieci film documentario. Un progetto che non a caso si chiama "Whydemocracy?", tre anni di lavoro, budget milionario e poi la messa in onda simultanea e in prima serata sulle principali reti televisive, 43, pubbliche e private di ogni parte del mondo.
E in Italia? Niente. E sì che uno dei dieci film (Taxi to the dark side), ha vinto l' Oscar come miglior film documentario. Nel resto del mondo tutte le reti hanno dedicato spazio e ampi momenti di dibattito all'evento. Da noi Rai e Mediaset hanno taciuto. La Rai ha trasmesso solo due titoli (alle 8 del mattino e a mezzanotte) senza alcuna informazione o riferimento al progetto internazionale. Per far conoscere - a cui l'Italia, unico tra i Paesi industrializzati non ha partecipato - e dare anche al pubblico italiano la possibilità di vedere tutti i film è stato creato il sito , indipendente e autofinanziato, dove sarà possibile vedere in streaming, in versione italiana, gratis e integralmente nove dei dieci film: di Taxi to the dark side saranno invece proposti alcuni brani"
(fonte Corriere della sera)

Da buon italiano, io non ne sapevo niente. Sentite anche voi quella vocina che chiede "come mai"?
Come mai non abbiamo partecipato? Non se ne è parlato per paura che la gente si facesse la stssa domanda? Oppure avevamo troppo da fare con Corona, Garlasco e gli italiani che tirano la cinghia?.
La vocina non vi darà risposta.

Il secondo link è quello al blog del Dott. Stefano Montanari, esperto di nanopatologie e fondatore della lista Per il Bene Comune. Personalmente apprezo la battaglia portata avanti da Montanari e ne stimo la forza d'animo per la scelta di esporsi personalmente al tritacarne mediatico.
Potete leggere il suo sfogo a caldo dopo l'ospitata a Matrix dell' altroieri.
Uno spettacolo da orticaria.

Formatevi. Informate.

R

Nessun commento:

Posta un commento