23.5.08

Reality time - pt.1

Stasera non ho voglia di scrivere, ma ho voglia di "postare".
Sono settimane infernali, e a giugno sarà anche peggio.
Passo i giorni a scrivere e leggere e studiare e appuntare e comporre, per l'università, in ufficio, musiche, lettere che forse non spedirò mai, libri, giornali...
Sono davvero stanco e non ho voglia di scrivere, ma posso sempre informare, "girando" due lettere pubblicate da due persone che posso ormai definire guru: Luttazzi e Grillo.
Fino ad oggi mi sono limitato a commentare, per questi interventi i commenti non servono, come non sono in effetti di chi li ha pubblicati, ma di voci ben più autorevoli.

Il disgusto e la rabbia non basta. Ognuno di noi ha il sacrosanto dovere di agire di testa propria, ma prima di tutto, agire. Fare qualcosa.
Io mi accontento di fare l'unica cosa che so fare, scrivere, comunicare.

"Le bufale di Mentana smentite dal Pentagono"

Sui media italiani la "Caccia al Grillo" e' lo sport venatorio piu' in voga, ed e' cosi' che il 6 maggio scorso Mentana su Matrix si e' affrettato a smentire le dichiarazioni fatte dal comico genovese il 25 aprile sul numero delle basi militari USA in Italia. Grillo dice che sono 113, mentre Chiara Cazzaniga, sguinzagliata da Mentana per pizzicare il comico con le mani nella marmellata, rivela che le basi statunitensi sarebbero sette, riportando testualmente e senza ulteriori verifiche i dispacci del ministero della Difesa e consultando come esperto "super partes" il generale in congedo Giovanni Bernardi.Molti giornalisti festeggiano: visto che anche lui racconta bufale come noi? Durante uno dei soliti convegni in cui i giornalisti se la cantano e se la suonano tra loro, Edmondo Rho di Panorama applaude ai colleghi di Matrix spiegando che "ci vuole qualche inchiesta, un po' di memoria, e non solo un Grillo parlante, per capire come si è trasformata la società italiana e quali problemi sono rimasti irrisolti".E allora provo a farla io una di queste inchieste, e scopro che per verificare quanto sia limitata la sovranità italiana in tema di installazioni militari si può chiedere direttamente al Pentagono. A dirmelo è Francesco Iannuzzelli, un amico esperto di questioni relative al disarmo, a dimostrazione che anche nell'era delle tecnologie la vera forza di un giornalista è la sua agenda, la sua rete di contatti e la capacità di ascoltare.Francesco mi spiega che "il Pentagono rilascia ogni anno l'elenco di tutte le basi militari nel mondo, dal quale è facile ricavare quali e quante sono in Italia". Il documento si chiama "Base Structure Report" e si trova sul sito del Dipartimento della Difesa USA - www.defenselink.mil - con la parola chiave "bsr". I dati dell'edizione 2007 di questo rapporto, aggiornati al 30 settembre 2006, rivelano che nel nostro paese sono presenti 12 strutture militari USA per l'esercito, 21 per la marina e 16 per l'aviazione, per un totale di 49 installazioni, piu' altri 40 definiti come "insediamenti minori". Totale: 89 installazioni, alle quali vanno aggiunte le strutture NATO ed eventuali strutture non menzionate nei rapporti ufficiali.Queste informazioni, confrontate con i numeri forniti da Matrix e Grillo, ci danno uno scostamento rispetto ai dati del Pentagono che raggiunge il 92% per i numeri sparati nell'etere da Chicco Mentana su imbeccata del ministero, e si ferma al 27% per i dati forniti dal comico Grillo.Chi fa informazione con l'elmetto ha poco da festeggiare per le pagliuzze dei giullari, quando e' accecato dalla sua trave di giornalista fazioso o quanto meno poco professionale nel verificare cio' che manda in onda. A me è bastato spedire un'email per raggiungere le fonti dirette, possibile che a Mediaset non ci fosse nessuno capace di fare altrettanto?Ancora una volta, la fonte migliore di informazioni di cui dispongo si rivela la mia testa capace di ragionamento insieme alla mia casella di posta elettronica e qualunque altro strumento mi permetta di entrare in relazione con altri."

Carlo Gubitosa, c.gubitosa@peacelink.it , www.peacelink.it , www.giornalismi.info


Scriverò una lettera a "Chicco", da buon spettatore -pareva strano...- per chiedere una doverosa rettifica.
Vivendo a V-town, non penso ci sarà.


Nessun commento:

Posta un commento