2.10.08

Don't vote!

Pubblico il fantastico video provocatorio ad opera delle star hollywoodiane per convincere gli americani a registrarsi e votare.



Un promo splendido dal punto di vista concettuale e mediologico: 
"Non votare. Chi se ne frega se c'è una delle più gravi crisi economiche? Noi siamo straricchi!.
Chi se ne frega dell'educazione dei nostri figli? Chi se ne frega del riscaldamento globale, dei diritti dei gay, del Darfur? ...Non so nemmeno cosa sia! Sembra una marca di t-shirt!
Davvero ti importa del futuro dei tuoi figli, della tua nazione, del mondo?? Non votare!
...
A meno che......"

Geniale! E ci sono proprio tutti: Dustin Hoffamn, Leo Di Caprio, courtney Cox e Jennifer Aniston, Jamie Foxx, Natalie Portman, Demi Moore, Hale Berry, Anthony Kiedis (Rhcp), Seth Rogen, Benicio Del Toro, Samuel L. Jackson e tanti altri ancora...

Questo il giorno dopo che lil Consiglio di Stato italiano ha bocciato la consultazione popolare di Vicenza. Mi piacerebbe vedere un giorno un video simile in Italia, con tutte le star nazionali.
Magari per le elezioni europee. 

Ad esempio Enrico Bertolino, Simona Ventura, Luca e Paolo, Daria Bignardi, Stefano Accorsi, Sabrina Ferilli, Gene Gnocchi o qualche "Iena" ad esempio. Nomi a caso e graditi che vedrei bene in un appello simile.*
Tra i musicisti non mi importa; è risaputo che chi ascolto generalmente non "tira" abbastanza. Magari Cremonini o Ligabue.
Una bella associazione, a costi pari a zero. Youtube, un blog e via!

Sarebbe bello che questa volta, la richiesta di stare a casa fosse solo una provocazione, con una scelta tra le righe, per parlare alle coscenze di chi se ne frega e sta a guardare dalla finestra per poi lamentarsi quando i problemi sfondano la porta.

Certo manca ancora una valida alternativa da poter scegliere...roba da poco.
Ma se saltasse fuori, ne sono sicuro, parteciperebbero anche Grillo e i fratelli Guzzanti e Travaglio e Rossi. Anche loro a sottolineare l'importanza di ognuno di noi!
*(Mi è venuto in mente ora che esperimenti simili ne abbiamo già avuti, ma solo in ricorrenze speciali a celebrazione dei network di Mr. B.)

Quello che è successo a Vicenza è un fatto grave. Ma non starò a ricamarci sopra. Avrò tempo dopo sabato.
E' l'ennesima prova sotto ai nostri occhi che questo Paese è sempre più storto.
Chi se ne accorge, bene.
Gli altri sono tra i colpevoli.

...E l'odio sociale si diffonde.

R.


P.s: quella sotto è l'intervista di Lucci a Bossi di lunedì scorso (almeno finchè Mediaset non farà rimuovere anche questo). Fa scoprire il lato umano e l'intelligenza, pur molto opinabile, di quest'uomo. Fate attenzione a qual è il paese migliore per Bossi e per quale motivo. Deve far riflettere tutti i leghisti locali in questi giorni. 


Nessun commento:

Posta un commento