17.6.09

Propaganda strisciante

Chi ha visto Mr.B?

..cerco di prenderla larga: le elezioni sono passate. Il caso Mills sembra un lontano ricordo, confuso tra foto adamitiche, feste di compleanno, e voli a sbafo.
Recentemente, quando ho pubblicato su Facebook un video spagnolo inerente i fantomatici "festini" di Villa Certosa, un simpatico amico mi ha chiesto "ma perchè a sinistra (ancora sta sinistra! Dio!) interessa tanto la vita privata di Berlusconi? Forse non hanno nulla da fare?".
Sorvolando sulla simpatica battuta, ho risposto che il caso è nato tutto da casa Berlusconi (prima la moglie e poi lui) e che alla sinistra non importa nulla dell uccello di Topolanek, ne' delle entreneuse di Mr B, ma che le notizie si possano dare, lasciando poi ai cittadini la possibilità (libertà) di giudicare.
Invece siamo alla mistificazione, al solito. Reticenze, controaccuse, grida allo scandalo! Lo scandalo c'è, ma nessuno ne parla.
Lo scandalo sta ora sgambettando dalle parti di Washington. Un altra piccola grande nuvola di chiacchere e iconologia. Grandi amici lui e Obama! Gli piace personalmente! Gli ha chiesto aiuto per l'Afghanistan! Libero è arrivato a titolare "Silvio aiutami", manco la nonnina de L'Aquila.
Anche i particolari sono importanti: vedere dietro l' anchorman del tg5 un fotomontaggio con le due facce di B e Obama che sorridono è più di una scelta stilistica, più della copertina di un servizio. Le immagini suggeriscono, alludono, sono pregnanti. E il messaggio in questo caso è: sono amici, felici e ottimisti; sono in perfetta sintonia, liberali, riformisti, progressisti e, perchè no, giovani! E' propaganda strisciante

Dando un taglio al surreale, però alcuni fatti saltano all'occhio.
Ad esempio che la CNN non ha nemmeno accennato alla visita di Berlusconi. Non un articolo, non un servizio. Forse perchè è stata una visita completamente inutile? L'unica traccia residua dell'incontro del secolo -brrr- una frase del Presidente Obama che manifesta la propria preoccupazione per la situazione iraniana estratta dal colloquio, inquadrato rigorosamente in primo piano (Bruno Vespa ha commentato "una qualsiasi tv locale farebbe riprese migliori di questa"!)
Sorge allora il dubbio che l'establishment abbia giudicato fuori luogo pubblicizzare l'incontro con l'imbarazzante amicone dell'ex-inquilino della Casa Bianca. Uno che l'ultima volta che è stato negli USA ha affermato che la storia avrebbe dimostrato la grandezza di Bush. Uno che ha chiamato il primo Presidente di colore "abbronzato", per poi rincorrerlo a Buckingham Palace per una foto. Diamine, fossi in Obama, nemmeno io vorrei farmi vedere a fianco di un simile gretto elemento. Già anni fa lo aveva snobbato al Senato, rifiutandosi di stringergli la mano.
E' palese che ha molto più bisogno Berlusconi di Obama che non il contrario. E' chiaro qual è l'immagine in crisi e quale l'astro nascente. Diciamo che dovrebbe essere chiaro, ma in Italia ben si sa che alle elezioni Mr B "ha mandato tutti a quel Pais" (così l'agile penna di Mario Giordano ha titolato il Giornale del post elezioni, ricalcando l'irresistibile battuta del proprio datore di lavoro).

Qualche altro fatto reale? Faccio una rapida carrellata: aumentare il contingente in Afghanistan? voglio vedere con che soldi. Ogni anno la missione militare ci costa oltre 300 milioni di euro. Siamo in crisi, in debito e in emergenza. La sola ricostruzione dell'Abruzzo ci costerà 12 miliardi di €, e abbiamo stanziato solo un quarto del necessario, spalmato in venti anni. Non a caso ieri centinaia di abruzzesi esasperati e delusi si sono recati sotto al Parlamento a manifestare. Andrà a finire che manderemo contingenti anche lì.

Ricostruimamo poi la faccenda Noemi. Grazie alle inchieste di Repubblica, l'Espresso e El Paìs, il quadro generale è questo: nel Capodanno 2008 a Villa Certosa giravano 50 ragazze che oltre a bracciali, ciondoli e anelli "portati in sala dentro a dei sacchetti e distribuiti", disponevano di una diaria di 1500 € al giorno, shopping garantito fino a 2000 €, segretaria, bodyguard...fantastico, no? Bene, lo scorso Capodanno nella stessa cornice c'era anche l' immacolata Miss Letizia (oltre a Emilio Fede, ovvio!). Il resto sono chiacchere e balle.

Elezioni: chi ha votato Pdl e Udc ha mandato a Bruxelles, tra gli altri, Mastella (viva la coerenza..non era il male fatto a politico una anno fa?) e De Mita. Per fortuna ci andranno anche altri che invece vogliono portare al Parlamento Europeo la quesitione dell'inarrestabile piaga dell' associazione mafiosa (Sonia Alfano) e il controllo dei flussi di denaro dei Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (De Magistris), fondi dai quali solo quest'anno sono "spariti" 300 milioni destinati al Sud Italia.

Infine, settimana scorsa, un "comico" è stato in Commissione Affari Costituzionali del Senato per presentare la proposta di legge popolare per un parlamento pulito. Altro polverone, altra mistificazione.
Nel suo finale di stagione, Michele Santoro manda in onda un lungo spezzone del discorso, ne nasce un battibecco con l'avvocato difensore/parlamentare di Mr B, Ghedini. Santoro lo mette a tacere dicendo "quando il tg5 lo manderà in onda io farò a meno".
Altro scandalo! Indignazione! Replica il direttorone del tg5 in persona, Clemente Mimun, con uno degli interventi più fastidiosi che ricordi: "Santoro è fazioso e stavolta ha pure ciccato: ve lo dimostro" e manda in onda il servizio del giorno prima, in cui un giornalista riassume e commenta l'intervento di Grillo, senza lasciarlo sentire, ne' nominare la proposta nei suoi punti. Quando ho visto tutto questo mi è caduto il mento sulla tavola.
Davvero con simili espedienti riescono a darla bere a centinaia di migliaia di elettori/consumatori/cittadini? E quanto pensano di poter continuare così?
Il tempo sta scadendo. Lo stesso Grillo è andato in Senato "per avvertirli": se loro non cambieranno (loro con tutto il carrozzone mediatico, ovvio) qualcuno li farà cambiare presto.
Analisti economici hanno indicato il 2011 come punto di non ritorno, l'anno in cui il sistema-Italia farà crack. Personalmente io nutro ancora qualche speranza; il fatto che in 30 capoluoghi siano stati eletti consiglieri dei cittadini onesti e trasparenti, provenienti dai Meetup, che promettono di smontare i giochetti partitici e le speculazioni è un segnale positivo.
E' poco, ma è qualcosa.
Informàti si può. Sono tempi strani e dannatamente veloci. Non fatevi fregare.

R

Nessun commento:

Posta un commento