25.10.10

La Super-Protezione Civile e la "cricca"

La cronaca contemporanea è spesso fuggevole. Il bombardamento mediatico tende a deformare gli eventi, a distrarre, gonfiando notizie per nasconderne altre, a creare confusione, rendendo facile dimenticare i fatti e le relazioni causa-effetto.

Tutti sanno che dopo il terremoto a L’Aquila c’è stato uno scandalo che ha coinvolto la Protezione Civile e la cosiddetta cricca. Ma se proviamo a chiedere in giro cosa sia effettivamente accaduto, in pochi saprebbero rispondere.

Per questo motivo ho deciso di caricare su Youtube un breve spezzone (ri-montato e in 2 parti) del docu-film Draquila di Sabina Guzzanti. Quindici minuti in tutto, che ricostruiscono e riassumono bene quello che è diventata la Protezione Civile con Berlusconi, il giro di affari con la famigerata “cricca”, le bufale dei grandi eventi, dei rifiuti campani e della ricostruzione aquilana e il progetto di scavalcamento della democrazia affossato -per ora- dal cosiddetto “caso appaltopoli”.

Draquila è un documentario che semplicemente va visto. Da tutti.
In particolare, mi farebbe davvero piacere che i vari Silvio boys e girls, i promotori della libertà, gli attivisti di Azione Giovani guardassero almeno questi pochi minuti. Per riflettere. Per ascoltare altre voci a cui i media non hanno lasciato spazio. Per capire cosa fa il “governo del fare”.

Dal 2001 la Protezione Civile è diventata qualcosa di abominevole. Uno strumento per scavalcare procedure e leggi, un canale privilegiato per finanziamenti pubblici, anche a privati (il sistema della cricca), con la scusa dell’ “emergenza”, per un giro di affari di decine di miliardi di euro. Dietro ai conclamati “miracoli” e ai monumentali “grandi eventi” si celano appalti gonfiati, forzature della Costituzione, abusi di potere, violazioni delle norme ambientali e della concorrenza. Tutto alle spalle e a carico dei cittadini.

Questioni gravi e importanti. Per questo, mi ripeto, il film va visto. Dopo ognuno potrà farsi l’idea che vuole, ma non si può avere un’opinione su un qualcosa che non si conosce, che non si sa.
Perché c’era chi rideva alla notizia del terremoto? Quali sono i grandi eventi e cosa comportano? Come è stata gestita la ricostruzione de L’Aquila? Cosa faceva la cricca e che ruolo hanno avuto Berlusconi e Bertolaso in tutto ciò?

La mia è solo un’anteprima. Vi invito a scaricare il film su www.draquila.com, disponibile con il sistema dell’offerta libera (io l’ho fatto), per molte altre rivelazioni e testimonianze, ad esempio, sul ruolo della Protezione Civile nella gestione dei rifiuti in Campania (cosa implica il coinvolgimento della Protezione Civile? -Bertolaso è appena stato incaricato di occuparsi nuovamente dell’ “emergenza”-), la sistemazione degli sfollati post-terremoto, l’inesistenza dell’opposizione e tanto altro ancora.

Grazie Sabina!




Nessun commento:

Posta un commento