25.11.11

Le 10 regole per un riciclo virtuoso

Fare bene la raccolta differenziata è il primo passo per migliorare i risultati di riciclo di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. E’ infatti sufficiente seguire pochi semplici accorgimenti, come separare correttamente gli imballaggi o pulirli prima di gettarli, per ridurre le impurità e consentire una maggiore resa in termini di riciclo. Conai, consorzio privato senza fini di lucro che si occupa di garantire il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio su tutto il territorio nazionale, ha stilato dieci regole per consumare meno e riciclare di più, consentendo di riutilizzare e far rinascere i prodotti che buttiamo. 

Questo è il breve decalogo per un riciclo virtuoso:

1. separare gli imballaggi in base al materiale;
2. ridurre i volumi delle confezioni (schiacciare le bottiglie, comprimere la carta);
3. dividere i materiali del singolo imballaggio (tappo di metallo, barattolo di vetro);
4. togliere i residui di cibo dalle confezioni;
5. scontrini, fazzoletti, cartoni della pizza non vanno nel contenitore della carta;
6. niente ceramica, porcellana, specchi e lampadine nel bidone del vetro;
7. separare accuratamente gli imballaggi di alluminio (lattine, vaschette, bombolette);
8. saper riconoscere le diverse confezioni in acciaio (segnalate con sigle ACC o FE);
9. niente articoli di cancelleria, giocattoli e simili nel contenitore della plastica;
10. portare gli imballaggi in legno nelle isole ecologiche comunali.

Grazie alla collaborazione con Conai, la quantità di materiali recuperati in Italia è passata in dieci anni dal 30% al 75%, mentre quelli smaltiti in discarica sono scesi dal 70% al 25%. Sta a noi, seguendo queste indicazioni, riuscire a fare ancora meglio.

1 commento:

  1. Come dicevo in questo post: http://iosonoincazzatonero.blogspot.com/2011/11/lieri-loggi-e-il-domani.html
    senz'altro la gente va educata alla raccolta rifiuti, però non dipende solo da noi purtroppo. La politica ha come sempre un ruolo importante contro le ecomafie e nel dare gli strumenti necessari al cittadino per fare le cose nel migliore dei modi e impostargli una giusta cultura del riciclo. Da noi c'è Hera che butta tutto nell'inceneritore ad esempio e non c'è un centro di raccolta rifiuti come Vedelago o una raccolta porta a porta.

    RispondiElimina