22.2.12

Anti-europeista? ...o vittima di un "complotto"?

I neo-complottisti anti-europeisti sono vittime inconsapevoli dei complottisti “di primo pelo”, un fenomeno di lungo corso su internet.
I sedicenti anti-europeisti post-berlusconiani, non avendo sufficienti informazioni per capire la situazione, accettano beatamente le semplificazioni complottiste.
Cadendo in un “antico” tranello che l’avveduto Marco Travaglio smascherava egregiamente già nel 2009 -quando questo blog muoveva i primi passi...ah, i bei tempi!-

Il problema dell’Italia non sono l’Europa o l’Euro (siamo noi che stavamo per affondare gli altri e non il contrario!).
Il problema dell’Italia non sono i massoni o il signoraggio.
Il problema dell’Italia è l’Italia!
E ogni volta che c’è da prenderne atto, ecco che torna la caccia alle streghe!

Cospirazione: la verità è là fuori. Meglio restare dentro.


Marco Travaglio (2009): “[…]
Purtroppo uno dei guasti drammatici di internet è che, come è giusto che sia essendo uno luogo libero, ci si trova di tutto.
Si trovano cose molto serie e si trovano un sacco di vaccate.
E’ difficile distinguere le cose serie dalle vaccate.
C’è chi le prende per oro colato e si è fatto l’idea che l’Italia è in queste condizioni perché governata da una confraternita di “Illuminati” (di cui farebbe parte anche Prodi -una confraternita talmente potente che ogni volta che Prodi va al governo dura un anno e mezzo e poi lo cacciano a pedate- e che Tremonti ha smascherato, perchè lui invece è un sincero democratico) e che il debito pubblico italiano deriva dal signoraggio. Che sarà pure un problema, ma il debito pubblico italiano deriva soprattutto dal fatto che l’Italia è stata governata da gente come Craxi e come il CAF.

L’Italia, a differenza degli altri paesi che sono tutti vittime del signoraggio ma inspiegabilmente non hanno il nostro debito pubblico, è stata governata da gentaglia, che tra il 1980 e il 1992 ha portato il rapporto tra debito pubblico e prodotto interno lordo dal 60% al 118%.
Cioè noi abbiamo raddoppiato questo rapporto che oggi, stiamo lentissimamente cercando di ridurre quando governano Prodi e Padoa Schioppa -quei farabutti illuminati- e poi, quando arrivano “quelli bravi”, Berlusconi, Tremonti & co. sfasciano di nuovo tutto. Poi tornano di nuovo gli "illuminati" e cercano di ridurlo un po’, ma arrivano quelli bravi e ri-sfasciano tutto
Questa è la leggenda metropolitana che circola su internet, che fa il paio con tante altre... E’ un continuo. [...]

Vedete, ci sono dei problemi molto complessi che hanno delle soluzioni molto semplici. Sono tipici dell’Italia. 
C’è chi non si rassegna che i problemi complessi che ha l’Italia abbiano delle soluzioni molto semplici. E vuole per forza dare a questi problemi delle soluzioni talmente complicate da rendere vano ogni sforzo per risolvere il problema.
Pensare che l’Italia è dominata dagli Illuminati e da congreghe che si ritrovano in luoghi segreti…che ci siano persone che “infilano nel culo” degli aerei delle sostanze velenose -che vengono chiamate “scie chimiche”- per modificare il clima e fottere l’Europa a vantaggio della CIA…è bellissimo!
Perché una persona vive in una perenne situazione di complotto e si sente completamente paralizzata e inerme, perché tanto, qualcosa faccia, il complotto non lo vincerà mai. E a furia di credere a queste leggende metropolitane e a questi complotti la gente si chiude in casa e non fa più niente.
Questo è l’unico risultato di questa cultura demenziale secondo cui il debito pubblico non è colpa della classe politica dissennata che abbiamo, ma è “il signoraggio”, che essendo un’entità astratta è invincibile.
Così come, se alla Banca d’Italia si sostituisce Fazio -che è stato rinviato a giudizio per le mascalzonate dei “furbetti del quartierino”- con Draghi che è una persona seria che ha risolto immediatamente il suo conflitto d’interessi, non è che cambi qualcosa. No! E’ sempre male!
Perché sono sempre tutti d’accordo col grande clan degli illuminati, col signoraggio, ecc.
Così tu non distingui più quelli buoni da quelli cattivi, ti passa la voglia di impegnarti, ti chiudi in casa ...e ti guardi il Grande Fratello che almeno ti fai due risate.
Ecco, questo è l’unico risultato di questa cultura complottista. 
Per cui io faccio un fioretto e d’ora in poi, invece di mandare dove meriterebbero le persone che continuano a menarla con queste storie, mi limiterò a raccontare e spiegare perché bisogna andare su internet avendo qualche anticorpo
Perché se uno va su internet senza gli anticorpi viene immediatamente preso da questa “piovra” di complotti che circolano e teorie complottiste e alla fine diventa un’ameba. Diventa un vegetale. Non diventa più quello che a me piace e che noi rimaniamo e cioè un cittadino attivo e partecipe.”



Qui potete trovare le balle complottiste sull’UE che circolano per la rete.

Embrace the change, pass by the fools

Nessun commento:

Posta un commento